Menu

Alla ricerca di Vivian Maier

Una donna sola con la sua Rolleiflex.


La daysperience n° 12 di oggi?

Chi era Vivian Maier?

Sono andato al Cinema Galliera nuovamente e nuovamente da solo, ormai sta diventando un’abitudine. Il che devo dire non mi dispiace.

Un’ altra storia vera di una donna che ha vissuto nell’ombra, ma in quell’ombra ha generato una quantità impressionante di foto di grande valore artistico. Una bambinaia con un stipendio basso e nessun legame che nel portare in giro i suoi bambini scattava il Mondo.

Una reporter a tutti gli effetti, oltre la fotografia sono emersi anche video e file audio di interviste improvvisate a persone che incontrava. Una “spia” delle fragilità umane che riusciva a cogliere nei suoi scatti. Le stesse fragilità che incombevano nella sua vita e che si traducevano nella compulsione al collezionismo ossessivo, di quotidiani in particolare. Il lato oscuro di un’artista di cui si conosce ancora poco e che forse rimarrà per sempre nell’ombra.

Le opere di questa straordinaria fotografa sarebbero andate perse se non fosse stato per la caparbietà di John Maloof che ritrovatosi ad un’asta di negativi ha comprato quelli della Maier. Capito il valore artistico degli scatti ha deciso di condividerli con il grande pubblico e attraverso questo documentario ha cercato di ricostruire la storia di questa donna misteriosa.

Una donna che ha deciso di vivere una vita modesta e di tenere la sua arte nascosta quasi a proteggerla e a proteggersi da quel Mondo che la incuriosiva e la spaventava al tempo stesso.

Cinema Galliera DocDoc chi è?


Bologna 2019-01-12

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *