Menu

Bird box

E’ un film del 2018 diretto da Susanne Bier con Sandra Bullock. Il film è l’adattamento cinematografico del libro di Josh Malerman ed è disponibile su Netflix.

La daysperience n°448 di oggi?

Malorie

E’ il nome della protagonista del film, interpretata dalla Bullock.

In un futuro post-apocalittico uno strano virus si diffonde velocemente in tutti i continenti.

Nelle scene iniziali Malorie è incinta di un bambino che non è sicura di volere e parla con la sorella distrattamente di un virus che si sta diffondendo nella lontana Russia.

Le due non fanno in tempo a ritornare dalla ginecologa dove Malorie aveva appuntamento che il virus inizia a diffondersi anche negli Stati Uniti con effetti devastanti.

Il presunto virus uccide semplicemente chi ha gli occhi aperti ed è così che la protagonista deve mettersi in salvo insieme ai due figli bendata.

Attraverserà un fiume con le sue rapide, ricordando gli anni trascorsi nell’oscurità contro un nemico invisibile e pericolossissimo.

Attacco alieno, voci dall’aldilà, guerra batteriologica, sia il film che il libro non rivelano la vera causa del disastro come non è palese il messaggio che sottende al film stesso.

Probabilmente la vista, il senso più usato in questo mondo dove l’immagine sembra essere l’unica cosa importante non è poi così importante quando devi sopravvivere e non puoi fare affidamento su quello.

Oggi, dove un virus, molto diverso ci costringe a stare in casa e ad evitare i contatti umani, riusciremo, forse, a dare più valore alle cose normali che ci accadono tutti i giorni e meno alle immagini patinate con cui ci riempiamo gli occhi.

Napoli 2020-03-23

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *