Menu

Cam

Alcuni ricorderanno il film Girl 6 degli anni ’90 diretto da Spike Lee con numerose apparizioni celebri come Naomi Campbell, Madonna e Halle Berry.

Nel film la protagonista, aspirante attrice di talento dopo diversi provini andati male decide di accettare un lavoro per una linea telefonica erotica dove riesce ad esprimere il proprio talento nell’interpretare personaggi differenti.

L’immedesimazione diventa tale da farsi coinvolgere anche nella vita privata portando Judy, la protagonista, ad incontrare i suoi clienti e ad essere minacciata da quelli con disturbi mentali.

Il film narra di rivalsa sociale, totalemte diverso invece il caso del film che ho potuto vedere ma per il lavoro intorno a cui ruotano le vicende mi ha fatto venire in mente quel celebre film.

Il film Cam del 2018 del regista Daniel Goldhaber e scritto da Isa Mazzei è uno spaccato del fenomeno delle cam girl che però si trasforma per una di loro in un incubo.

La daysperience n°408 di oggi?

Cam to Cam

Dalla linea telefonica erotica alle cam girl che a suon di gettoni si spogliano e giocano in video per i loro clienti il discorso è cambiato poco, si è solo evoluto ed è diventato più pericoloso.

Alice Ackerman, interpretata da Madeline Brewer, si esibisce in diretta streaming dal suo appartamento con il nickname di Lola_Lola ed è ossessionata dal voler scalare la classifica delle cam girl.

Pur di raggiungere il successo nel settore adopera tutti i mezzi necessari per scalare la classifica fingendo anche dei sanguinolenti suicidi per eccitare spettatori perversi ed instaurando con alcuni rapporti privati affinchè guardino i suoi spettacoli e aumentino il bottino di gettoni virtuali della stanza.

Un giorno Alice si accorge di non riuscire più ad entrare nel suo account ma i suoi video continuano ad essere in onda in diretta come se la sua identità fosse stata rubata insieme al suo volto e al suo corpo.

Inizia un vero e proprio calvario per la ragazza che non riesce a farsi aiutare ne dal sito che gestisce gli account ne dalla polizia e in più la famiglia scopre il lavoro della ragazza poichè le dirette del clone diventano virali ottenenedo un successo strepitoso.

Disperata Alice cerca di indagare e per poter uscire dalla misteriosa situazione arriverà a uno scontro estremo con il suo clone virtuale.

Un thriller-horror interessante che fa leva su diverse tematiche relative al web, come il furto d’identità, il sesso virtuale e l’ossessione per la visibilità ma anche ad altri temi sottesi come il giudizio degli altri e la perversione.

Temi scottanti e attuali su cui riflettere.

Bologna 2020-02-12

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *