Menu

Cammina che ti passa

Questa domenica è iniziata maluccio. Mi sono svegliato con un male alla spalla che non si attenuava. Avevo anche un impegno di lavoro che ho dovuto annullare. Dovevo truccare ma con questo male mi risultava difficile. Ho preso un antidolorifico e sono ritornato a letto. Dopo poco mi sono risvegliato. Il dolore era un pò passato ma rimaneva il malcontento per non aver fatto quello che mi ero proposto. Le daysperience in questo mi stanno aiutando. Ho pensato che anche se non avevo fatto quel lavoro potevo comunque non sprecare la giornata nel gironzolare per casa come uno “zombie” e siccome c’era un bel sole mi sono deciso a scendere di casa. Ero deciso a camminare tanto. Spesso quando mi sento giù di corda una lunga passeggiata mi fa stare meglio. Mi sono ricordato sia della volta in cui mi sono costretto ad andare a fare foto con il gruppo del corso e sia di quando sono andato con il trenino fino al Santuario di San Luca .

Molte persone visitano tutti i giorni il Santuario salendo tutti i gradini (sono circa 900 gradini). Ok, mi sono deciso a fare questa cosa.

La daysperience n°48 di oggi?

“Pedicolare” per San Luca.

Pedicolare in questo caso non è il reale significato ma è un mix tra funicolare e andare a piedi (tanto per ridere). Vi assicuro che la salita è impegnativa però in realtà a buon passo non ci si impiega tanto. A passo tranquillo ma costante circa 30-40 minuti. Si alternano gradini a piani inclinati. Consiglio scarpe comode.

Ci sono molte persone che sfruttano questo lungo portico per fare attività fisica. Arrivati in cima il posto è molto bello, sia per il Santuario , sia per la vista. In una giornata come questa è davvero bello, molte persone infatti erano nei giardinetti antistanti al Santuario a godersi il Sole. Il portico che conduce a San Luca è anche il più lungo del mondo con ben 666 arcate. 666? Ahh la numerologia e i suoi significati…

Ad ogni modo saliti e ridiscesi si prova una bella sensazione, di aver fatto qualcosa di speciale, di aver fatto attività fisica e di aver visto un bel posto di Bologna. Se volete fare delle belle foto potete andare anche al parcheggio per auto vicino alla Chiesa, come ho fatto io.

Potete arrivare dal centro città con l’autobus numero 20 come ho fatto io che vi porterà fino all’inizio del portico. Quando riscendete potreste fermarvi a Villa delle Rose, magari c’è una mostra interessante come quella che ho visto ieri di Goran Trbuljak  ,è proprio vicino alla fermata dell’autobus per ritornare in centro.

Vi consiglio come metodo per ritrovare anche solo un pò di serenità, mettersi un paio di scarpe comode e andare a fare una bella passeggiata.

Cammina che ti passa 😉

Bologna 2019-02-17

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *