Menu

Col tuo nome

Chiamami col tuo nome ha avuto diverse nomination agli Oscar e ha vinto quella per la sceneggiatura. Il film è un’adattamento cinematografico del romanzo omonimo di André Aciman.

La daysperience n°479 di oggi?

Chiamami col tuo nome.

Il film del 2018 di Luca Guadagnino con Timothée  Chalamet e Armie Hammer è la storia di un amore estivo nell’Italia degli anni ’80.

Elio è un diciassettenne, i genitori sono italo-francesi e di origine ebrea. Elio trascorre le stagioni estive nella casa di campagna del Nord Italia. Ogni anno i genitori ospitano uno studente straniero, il padre di Elio è infatti un esperto in archeologia e da lui si recano gli studenti per scrivere le loro tesi.

Nell’estate 1983 arriva Oliver, uno studente americano di ventiquattro anni anch’egli ebreo.

Inizialmente i due sembrano odiarsi ed essere i poli opposti. Oliver è spensierato,esuberante ed espansivo mentre Elio è introspettivo, taciturno molto più maturo della sua età con un grande talento musicale.

Elio fa da cicerone per Oliver portandolo in giro e nel frattempo i sentimenti del giovane iniziano a trasformarsi nei confronti dell’ospite straniero.

Inizialmente Oliver rifiuta le attenzioni del ragazzo che decide quindi di rivolgere lo sguardo verso una bella ragazza del paese con cui ha anche il suo primo rapporto.

Il ragazzo cerca però di riavvicinarsi a Oliver e stavolta lo studente americano non rifiuta la vicinanza di Elio e iniziano una relazione di grande trasproto fisico e mentale.

I momenti di dolcezza sono però destinati ad esaurirsi poichè Oliver deve ripartire per gli Stati Uniti e salutari il giovane compagno per sempre.

Un film romantico scandito dalle pause di riflessione dei protagonisti in una calda estate tra i bellissimi paesaggi di campagna del cremasco.

Una colonna sonora avvolgente tra cui spicca Visions of Gideon di Sufjan Stevens.

Malinconia, tenerezza e tanta bellezza in questo film che pur trattando un tema ormai sdoganato dal cinema sembra ancora scottante per parte della critica internazionale in particolare per la giovane età del protagonista.

Da vedere.

Napoli 2020-04-23

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *