Menu

Crepes di mezzanotte

Non sono mai stato un grande cuoco. Mi limito ad aprire scatolette, riscaldare e fare cose molto basiche tipo pasta, uova…già quando si tratta di friggere o infornare non sempre il risultato è assicurato 😀 Quindi mi sono cimentato in questa cosa, anche se è quasi mezzanotte e dopo una giornata di lavoro più che crepe mi sembra di crepà … passatemi il termine. Ma ciò che va fatto, va fatto quindi bando alle ciance.


La daysperience n° 15 di oggi(che forse risulterà domani :)?

Fare le crepes a mezzanotte.

Navigando per cercare la “difficilissima” ricetta di questo “complicatissimo” impasto 🙂 ho letto anche che c’è una sorta di diatriba se sia di origine francese o italiana. Italiani e francesi non la smetteranno mai con queste storie 🙂 Comunque che le si vogliono chiamare Crespelle o Crepes la sostanza è quella. Anzi gli ingredienti sono quelli. Io ho usato: 3 uova, 250g di farina00, 500ml di latte e burro per ungere la padella antiaderente.

Ingredienti per crepes

Io ho seguito la ricetta e la preparazione del famoso sito giallozafferano h

Vi dico solo che non avevo il setaccio e dubito che alle 23.30 qualcuno potesse vendermelo, così su due piedi, quindi ho provato a setacciare con la frusta, che stranamente ho trovato in casa. Non una frusta a caso eh … 😉 era proprio quella da cucina 🙂

Ovviamente i grumi non sono spariti del tutto. Anche cuocerle sembra un gioco da ragazzi, ma se è la prima volta non è così scontata la cosa. La prima è venuta cicciotta e non riuscivo a ruotarla…. la seconda meglio come spessore e forma, ma l’ho lasciata lì un pelino in più e quindi è venuta “abbronzata”, diciamo così. Nella terza ho dato il massimo, è venuta fuori una roba tipo piccolo vulcano in eruzione…è ancora li’ che giace in pentola solitaria. Ho assaggiato, come ogni grande chef che si rispetti e il sapore non era poi così male. Con la nutella o qualche altra crema dolce è tutto commestibile 😀

Sono comunque soddisfatto di averci provato, ho ancora un po di “intruglio” magari domani se posso ci riprovo almeno per imparare a dargli forma. Sono contento perchè bisogna provarci nella vita, mettiamola così e qui mi riaggancio al post di ieri e alla frase di Picasso:
“Cerco sempre di fare ciò che non sono capace di fare, per imparare come farlo”.

La prossima volta sicuramente verrà meglio. Un giorno racconterò anche perchè ho scelto proprio le crepes. Intanto anche oggi la daysperience ce la siamo portati a casa. Non posto foto perchè come vi ho spiegato il risultato è stato abbastanza pietoso, non vorrei passasse di qui qualche chef stellato 😀

Buone crepes a tutti 😉

Bologna 2019-01-15

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *