Menu

Dritto e rovescio

Non sono andato a fare una partita di tennis, anche perchè non cconosco le regole del gioco, oggi si parla di altro.

Una sciarpa che ci avvolge o un bel maglione di lana fatto a mano. Molti di noi quando vedono uno di questi oggetti intrecciati a mano hanno la sensazione di calore familiare. Non ho avuto nonne che mi insegnassero la maglia, anche perchè purtroppo non si insegna per tradizione agli uomini e forse ormai non si insegna più a nessuno però mi ha sempre affascinato l’idea di provare a farlo. Ecco che come una brava nonnina di altri tempi stasera ci ho provato anche io.

La daysperience n°57 di oggi?

Le basi del lavoro a maglia.

Avevo già diversi gomitoli di un filo elastico che ho utilizzato per dei progetti di shooting e così ho pensato di comprare dei ferri e imparare come si può lavorare a maglia. Magari non farò mai un bel maglione però volevo capire se riuscivo almeno a imparare le basi. Se riuscivo a creare qualcosina di piccolo per almeno 10 minuti. Oggi mi sono arrivati i ferri che ho rigorosamente ordinato su Amazon e stasera ci ho provato. Ho iniziato a guardare dei tutorial su youtube e ho trovato questo di una signora che spiega bene come fare per impostare il lavoro ai ferri. Per l’avvio delle maglie non ho avuto molti problemi.

Anche per il dritto me la sono cavata abbastanza bene.

Sul rovescio ho dovuto provare più volte perchè si sfilavano le maglie a volte. Purtroppo se sbagli devi ricominciare dal primo step, quindi dall’avvio delle maglie. Tante volte provi alla fine ci riesci. Come ogni cosa nella vita.

Magari non realizzerò mai una bella sciarpa o un bel maglione però gli intrecci mi piacciono e magari un giorno mi sarà utile anche questa daysperience per altro. Sapete come si dice: Impara l’arte e mettila da parte.

Bologna 2019-02-26

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *