Menu

Foto/Industria

Il 24 Ottobre è iniziata la IV° biennale di Fotografia dell’Industria e del Lavoro. In questa edizione del 2019 curata da Francesco Zanot saranno ben 10 le mostre da visitare gratuitamente a cui si aggiunge la ormai celebre mostra Anthropocene del Mast curata da Urs Stahel.

La daysperience n°299 di oggi?

Prospettive Industriali.

La biennale vuole indagare sul tema della tecnosfera, tutto ciò che l’uomo ha costruito per vivere sul Pianeta. Artisti del passato e del presente si confrontano su questo tema portando ognuno una visione specifica e diversa, talvolta in forma reportistica e altre volte in forma di denuncia.

Le mostre in programma sono :

PROSPETTIVE INDUSTRIALI -Luigi Ghirri – Palazzo Bentivoglio

A CERTAIN COLLECTOR B -Yosuke Bandai- Museo Internazionale e Biblioteca della Musica

PORTO DI GENOVA-Lisetta Carmi – Oratorio di Santa Maria della Vita

OLYMPIA -David Claerbout – Palazzo Zambeccari

H+ -Matthieu Gafsou – Pinacoteca Nazionale

ARQUIVO URBANO – Delio Jasse- Palazzo Paltroni

TIRES / VISCOSE -Andrè Kertész- Casa Saraceni

PROSPECTING OCEAN – Armin Linke – Biblioteca Universitaria di Bologna

PAESAGGI DELLA RUHR -Albert Renger-Patzsch- Pinacoteca Nazionale

SPECTRAL CITY- Stephanie Syjuco- MAMbo/Museo d’Arte Moderna di Bologna

ANTHROPOCENE -EDWARD BURTYNSKY, JENNIFER BAICHWAL, NICHOLAS DE PENCIER -Fondazione MAST

La mia prima tappa è ai sotterranei di Palazzo Bentivoglio. E’ sempre bello visitare questi luoghi che fanno da cornice a importanti eventi culturali. Per Fotoindustria i sotterranei ospitano la mostra di uno dei fotografi italiani più stimati a livello internazionale, Luigi Ghirri.

Il fotografo emiliano ha elaborato nella sua ampia produzione una sua personale poetica legata al paesaggio e all’architettura.

In questi scatti sono raccolte le commissioni per l’Industria. In particolare le tre sezioni della mostra offrono l’opera di Ghirri per Ferrari, Costa Crociere, Bulgari e Marazzi.

Gli scatti sono corredati dal materiale di studio dell’artista, i provini e le cartelle finali.

Un’occasione imperdibile per ammirare gli scatti di uno dei più importanti fotografi del Novecento e anche per visitare uno dei Palazzi più belli di Bologna, anzi i suoi suggestivi sotterranei.

Bologna 2019-10-26

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *