Menu

Frankie

L’episodio numero 60 del Maggio 1996 di Dylan Dog è ispirato dal famoso protagonista uscito dalla penna di Mary Shelley, Frankenstein.

La daysperience n° 217 di oggi?

Buoni o cattivi?

Il nostro indagatore dell’incubo è alle prese con alcuni inspiegabili delitti e una dottoressa che sostiene di conoscere l’assassino.

L’autore dei delitti potrebbe essere un uomo generato da un esperimento condotto da due scienziati che hanno ricomposto il corpo di un uomo partendo da cadaveri destinati a studi di laboratorio.

L’uomo si sarebbe liberato e sta compiendo dei delitti grazie ai suoi poteri paranormali, sarebbe infatti in grado di uccidere con la sola forza della mente.

Sarà compito di Dylan scoprire la verità sugli accadimenti e stabilire chi sono i buoni e chi sono i cattivi a dispetto delle apparenze.

Nell’episodio diverse citazioni dal mondo del cinema e della cultura.

I film citati sono Scanners del 1981 di  Cronenberg e Shining di Kubrick del 1980, entrambi incentrati sulle forze malefiche dietro i poteri della mente.

Ritroviamo le citazioni di Oscar Wild, “Il vero mistero del mondo è il visibile, non l’invisibile”, e quelle di Hermann Hesse, “Strano vagare nella nebbia”.

Il fumetto ci regala sempre delle perle nascoste tra le righe della storia.

Bologna 2019-09-04

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *