Menu

Genio Ribelle

Vi è mai capitato di iniziare a guardare un film e non scoprire come finisce? Vi è mai capitato più volte per lo stesso film? Per me è il film Will Hunting – Genio Ribelle. Ho iniziato a guardarlo più volte ma non sono mai riuscito a finirlo. Stasera in programmazione c’è questo film, quindi anche se stanco dopo una giornata di lavoro, lo guarderò tutto.

La daysperience n°50 di oggi?

Guardare tutto Will Hunting-Genio Ribelle.

Il film del 1997 è diretto da Gus Van Sant e interpretato da Matt Damon, che per anni ho confuso con Matt Dillon ( unicamente per omonimia) e dal compianto Robin Williams. Nel cast anche Ben Affleck, che insieme a Matt Damon hanno scritto la sceneggiatura del film. La scena che preferisco è sicuramente quella in cui Will Hunting, inserviente al Mit, una delle più prestigiose facoltà degli Stati Uniti, risolve un problema complesso di Matematica grazie alle sue doti cognitive fuori dal comune. Il professore che aveva proposto tale problema agli studenti, ricerca lo studente che ha risolto il problema, non trovandolo. Lancia quindi una sfida, un problema ancora più complesso che ha richiesto agli studiosi due anni per risolverlo. Lo scrive sulla lavagna nei corridoi dell’Università. Rimarrà sconvolto quando scoprirà che il ragazzo che lava i pavimenti è in grado di risolvere lo stesso in breve tempo. Da lì inizia la ricerca ldel ragazzo e il tentativo di utilizzare le enormi capacità dello stesso al servizio della scienza. Will però non è una persona da incasellare in un sistema accademico. Ha una vita sgangherata, fatta di maltrattamenti subiti nell’infanzia e un gruppo di amici che bivaccano nei locali intorno ai campus universitari. Ecco che entra in gioco la figura dello psicologo Sean Maguire (Robin Williams) che lo aiuterà a trovare la sua strada verso la felicità. E’ un film molto interessante e mi ha fatto riflettere sul talento e sul fatto che esistono persone che hanno grandi talenti ma non riescono a sfruttarli o semplicemente non vogliono farlo perchè la felicità è una questione soggettiva. Ciò che rende felice una persona non sempre rende felice le altre. La vita è fatta di tanti momenti e se si riesce a coglierne il significato anche in quelli tremendi e difficili saremo sulla buona strada per conoscere la felicità.

“Avrai dei momenti difficili, ma ti faranno apprezzare le cose belle alle quali non prestavi attenzione. “- Sean

Bologna 2019-02-19

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *