Menu

Il signor Diavolo

E’ uscito da poco nelle sale e ho voluto vederlo subito. Il trailer mi aveva già conquistato e stasera sono andato al Cinema Odeon di Bologna per vederlo.

La daysperience n°237 di oggi.

Il signor Diavolo.

E’ l’ultimo film di Pupi Avati ed è già stato considerato uno dei suoi miglior film. Ambientazioni gotiche in una provincia del profondo nord-est negli anni ’50. Si mescolano diversi temi dalla superstizione, al fanatismo religioso, dalla politica alla discriminazione.

Un giovane commissario ministeriale ottiene il suo primo incarico su un’ indagine che preoccupa il governo a poca distanza dalle elezioni.

Un bambino ha ucciso un suo coetaneo motivando tale atto con la spiegazione di aver ucciso il diavolo. La vittima è un bambino deforme, figlio di una donna molto potente che promette di voler fare giustizia anche se deve coinvolgere esponenti del clero vicini alla maggioranza politica.

Il commissario è un personaggio timido e introverso, impacciato e inesperto che si ritrova coinvolto in una caso davvero agghiacciante in cui le maldicenze celano qualcosa di molto più grave.

Anche in questo film buoni e cattivi si confondono reciprocamente come i ruoli di vittime e carnefici con un finale che vi lascerà a bocca aperta.

Pupi Avati firma una vera perla, macabra e cruda, ritratto di una provincia Veneta bigotta e inquietante.

Non conoscevo bene il lavoro di questo maestro del cinema e grazie alla daysperience di ieri e quella di oggi ho scoperto un grande regista e ora ho già voglia di andare a vedere altri suoi film, magari dello stesso genere di quest’ultimo a cui si è dedicato di rado ma dimostrando un grande talento.

Il signor Diavolo- ora nelle sale-da non perdere.

Bologna 2019-08-25

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *