Menu

L’arca di San Domenico

La Basilica di San Domenico è uno dei luoghi di culto più famosi di Bologna.

San Domenico di Guzman arriva a Bologna nel 1200 dalla Spagna e acquisisce la chiesa dove oggi c’è la basilica a lui dedicata. Le spoglie del santo e fondatore dei Padri Domenicani sono proprio custodite in questa Chiesa. Ci ero passato diverse volte ma non l’avevo mai visitata.

La daysperience n°226 di oggi?

Visita alla Basilica di San Domenico.

Purtroppo la Chiesa era quasi in chiusura e non ho potuto ammirare tutto, infatti la Chiesa è ricchissima di opere d’arte. L’arca che contiene le spoglie del santo è considerata una delle opere più importanti del Gotico italiano. E’ impreziosita dalle sculture di Nicola Pisano, Alfonso Lombardi e dalla cimosa di Niccolò dell’Arca, scultore di grandissimo talento che ho imparato a conoscere grazie ad altre daysperience.

L’interno, ristrutturato a inizi Settecento presenta opere d’arte di grande valore, si parla di Guercino, Carracci, Filippo Lippi e Michelangelo.

Molto interessante è anche la piazza antistante, dove sono presenti le tombe che sono collocate anch’esse in arche su colonne. E’ la prima volta che mi capita in una città di vedere tombe collocate in alto in spazi pubblici, e sono presenti anche nei pressi della Chiesa di San Francesco.

Nel trenino che porta a San Luca si è accompagnati da una guida della città e nel momento in cui si passa vicino alla Chiesa di San Francesco viene spiegato proprio che tali tombe, per la prima volta in una città italiana, furono fatte in questa posizione per dare rilievo a personalità non politiche ma accademiche. Bologna è famosissima per la sua antichissima e celebre Università, ancora oggi una delle migliori al Mondo.

Per esempio una delle tombe presenti in Piazza San Domenico è del glossatore Rolandino de’ Passaggeri, uno dei più celebri giuristi del MedioEvo.

Sicuramente tornerò a far visitare a questa Basilica per ammirare meglio le opere fuori e dentro le sue antiche mura.

Bologna 2019-08-14

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *