Menu

Le giornate del colore

La protagonista del libro “Al mattino stringi forte i desideri” di cui ho parlato in un altro post esprime i suoi stati d’animo in funzione dei colori e riesce a dedicare le stanze della casa in cui vive a un colore specifico e rifugiarsi nelle stesse in base alle sensazioni che vive.

La lettura mi ha ispirato è ho deciso di provare a dedicare le giornate a un colore. Ho iniziato con i colori primari. Primo fra tutti il colore Rosso, ne esistono diverse combinazioni ed è il colore che da sempre rappresenta la passione e l’amore.

La daysperience n°258 di oggi?

Rosso.

La prima cosa che mi è venuta in mente per questa giornata è di iniziare con qualcosa di Rosso da indossare, qualcosa che potesse suscitarmi un bel ricordo. Ho una t-shirt comprata in un viaggio negli Stati Uniti e ha il volto di uno dei miei eroi di infanzia, Bruce Lee. Sono sicuro che questa maglietta mi darà la carica giusta per affrontare la giornata.

Ovviamente mi sono riproposto di fare almeno sette cose in cui compaia questo colore.

Come secondo step ho deciso di ascoltare una canzone dedicata a questo colore e per darmi ancora più carica quale canzone migliore se non quella di Raffaella Carrà – Rosso . Anche questa, una piccola iniezione di energia.

Ora andiamo a fare un giro in centro e naturalmente prenderò un autobus come di consueto. Sapete di che colore sono gli autobus di Bologna? Rossi naturalmente. Questo colore è uno dei colori che vi capiterà di vedere di più in questa città a partire dai laterizi con cui sono costruiti gran parte degli edifici.

Sono rientrato nel pomeriggio dal mio giretto tra le viuzze del centro, mi mancano ancora alcune esperienze di rosso vestite.

Vi ho parlato spesso di origami quindi perchè non provare con un origami mai fatto che è molto famoso, la Rosa di Masahiro Ichikawa , un origami di media difficoltà. Ci ho provato e dopo un tentativo fallito il secondo si avvicina molto a una bella rosa rossa.

Mi affaccio alla finestra e con l’idea di rosso che mi sono portato per tutto il giorno vedo dalla finestra un bel tramonto, il cielo si anima di venature rossastre, ecco un buon soggetto da fotografare.

Concludo la serata con una buona pasta al sugo (rosso anche questo) e con un film cult che non ho mai avuto modo di vedere. Profondo Rosso, il film di Dario Argento del 1975 che ha fatto scuola nel suo genere.

Mi è piaciuta questa daysperience poichè ho avuto modo di farne tante altre con un unico filo conduttore e se la giornata vi sembra senza colori, sceglietene uno e iniziate a guardarvi intorno.

Bologna 2019-09-15

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *