Menu

Lezione al MoMA

Sono innumerevoli le cose che ci propongono per superare la noia della quarantena, i film da vedere, la ginnastica da fare e le ricette da sperimentare.

Ce lo dicono gli amici attraverso le stories di Instagram, o gli influencer attraverso i post sui loro seguitissimi siti e ancora i suggerimenti ci arrivano da ogni parte anche dalle stesse pubblicità quando stiamo navigando.

Credo sia importante cercare di sfruttare questo periodo lontano dall’affanno quotidiano per il lavoro e per tutte le cose che ci impegnano, di cui ora rivalutiamo l’importanza, per fare qualcosa di significativo.

Per ricordarsi di questo periodo non solo per la reclusione forzata ma anche perchè abbiamo fatto qualcosa per noi stessi.

La daysperience n°467 di oggi?

Un corso al MoMA.

Avevo già parlato del sito di I-D è ciò che sta proponendo sulle attività da fare durante questo periodo.

Ebbene quello di oggi è un suggerimento davvero interessante.

In un articolo di qualche giorno fa I-D ci parla dei corsi gratuiti messi a disposizione dal MoMA di New York una delle istituzioni culturali più importanti al mondo.

I corsi sono in lingua inglese ma alcuni sono sottotitolati in italiano.

Dai link dell’articolo si passa ai corsi sulla piattaforma Coursera che offre centinaia di corsi , anche di altri enti sia gratuiti che a pagamento.

Ovviamente se si vuole una certificazione del corso bisogna pagarla altrimenti si può comunque seguire il corso.

Il corso che io ho scelto, con sottotitoli in Italiano, si chiama Modern Art and Ideas.

Sin dalle prime battute mi sembra molto interessante per l’approccio non convenzionale.

In genere quando si parla di arte si affrontano i periodi storici invece il corso è strutturato per tematiche.

La prima tematica che ho seguito, attraverso i bei video fatti dal MoMA ci parla di “Luoghi e spazi”. I luoghi che si rintracciano nelle opere d’arte.

Dalla Notte Stellata di Van Gogh dipinta durante la sua permanenza all’istituto psichiatrico di Saint-Rémy nel 1889 si passa al Broadway-Boogie Woogie che Mondrian dipinse quando arrivò a New York negli anni ’40 già sessantottenne e infine un autore molto interessante che non conoscevo Gordon Matta-Clark con Bingo.

La struttura delle lezioni attraverso i video è molto interessante e immediata e ci permette di conoscere le opere esposte al MoMA comodamente da casa.

Ai video si alternano riferimenti esterni attraverso cui approfondire e attraverso le quali scoprire ulteriori risorse del MoMA come la sezione learning.

Un’esperienza interessante che potete iniziare a conoscere mentre siete in quarantena e sicuramente un momento di arricchimento, non serve essere un esperto d’arte è sufficiente essere curiosi.

Napoli 2020-04-11

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *