Menu

Museo delle cere

Oggi sono stato in un museo particolare. Sono ritornato all’Università. Molte Università di Bologna hanno collezioni e archivi di grande valore artistico. L’università di Bologna è una delle più antiche al mondo e ha un apparato musivo davvero interessante. Oggi ero alla Facoltà di Medicina.

La daysperience n°69 di oggi?

La collezione di cere anatomiche.

Museo delle Cere

Mi era già capitato di vistare un museo delle cere. Quando sono stato a Londra la prima volta ho visitato il famoso e molto turistico Madame Tussauds. Ero giovincello ed era il mio primo viaggio all’estero e ricordo con entusiasmo tutte le foto che scattai con le cere dei divi. Il museo delle cere che ho visitato oggi è decisamente diverso. La collezione delle cere anatomiche “Luigi Cattaneo” si trova in via Irnerio 48 e rientra nel circuito dell’Università di Bologna, in particolare del Dipartimento di Biochimica.

Dipartimento di Biochimica in via Irnerio

La collezione parte da un valore scientifico ma ha assunto poi un valore storico artistico. Le opere in cera avevano scopo didattico e svelano il metodo utilizzato per studiare l’anatomia alle facoltà di Medicina tra ‘800 e ‘900.

Studi sui Gemelli siamesi
Studi sull’occhio e la laringe

Se siete ipocondriaci non ve la consiglio come visita. In realtà anche io sono un pò ipocondriaco nonostante ciò la visita non mi ha disturbato, ho cercato di non pensare alle patologie esposte ma all’arte che c’è dietro.

Dipinti sulla gabbia toracica

Infatti queste cere rappresentano la collaborazione tra arte e scienza, grandi studiosi e medici collaborarono con i migliori artisti del tempo per riprodurre l’anatomia umana, per il progresso dell’uomo. Quando lavorano insieme producono sempre qualcosa di straordinario destinato a perdurare nei secoli. Gli stessi studi di Leonardo sull’anatomia hanno superato i tempi perchè oltre al valore scientifico essi hanno anche un valore storico-artistico.

Studi sui vasi sanguigni delle gambe

Interessante anche la collezione di crani utilizzati anche per la Craniologia e gli studi di Luigi Calori, alcuni di natura lambrosiana. Cesare Lombroso è considerato il padre dell’antropologia criminale. Lombroso cercava di dimostrare che nei delinquenti vi erano tratti fisici comuni. Oggi le teorie di lombroso sono stata screditate e hanno pramente valore storico.

E’ un luogo affascinante, ad accesso libero a chiunque voglia visitarlo perchè l’Arte come la Scienza dovrebbe essere a disposizione di chiunque abbia voglia di osservare e pensare.

Bologna 2019-03-10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *