Menu

Piegare.

Come avevo scritto nel post Favole di Carta. Ho deciso di iniziare questo corso di Origami che farò la domenica mattina. la prima lezione è anche la mia daysperience di oggi.

La daysperience n°76 di oggi?

Prima lezione di Origami.

In questa prima lezione il nostro maestro, Federico, ci ha spiegato le basi. Ad esempio come leggere i diagrammi degli origami. Per quanto oggi ci sono diversi tutorial in internet, come quelli che avevo seguito per i miei primi esperiementi, in realtà esistono libri specifici contenenti i diagrammi, ovvero delle istruzioni sui passaggi da eseguire per creare un determinato oggetto. Il primo in cui ci siamo cimentati è stato la scatola a stella che poi diventa una vera e propria stella.

Abbiamo poi fatto il cuore, il tulipano e una forma partendo dalla griglia. La griglia è un esercizio importante per acquisire sicurezza e precisione. Altro esercizio da provare è il ventaglio che può essere fatto anche bicolore come abbiamo fatto noi, unendo due fogli di colore diverso o due versi diversi.

Federico ci ha inoltre spiegato la storia degli origami che in realtà non è così legata al Giappone come si pensa, anzi ha varie origini ad esempio dal mondo arabo e anche in Europa c’è una “scuola” molto antica. Inoltre possiamo vedere come le strutture di piegatura della carta si siano sviluppate in tanti settori non solo artistici ma anche scientifici. Gli stessi processi che si utilizzano per piegare la carta li si utilizzano per piegare ogni altro materiale, addirittura i pannelli dei satelliti. Inoltre negli ultimi tempi si sta sviluppando tanto l’idea che gli origami possano essere uno strumento, insieme ad altri per superare delle patologie o delle difficoltà cognitive nei bambini ma anche negli adulti. Io lo trovo molto rilassante e creativo e suggerirei a chiunque di provarci.

Buona piega a tutti.

Bologna 2019-03-17

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *