Menu

Paesaggi della Ruhr

Albert Renger-Patzsch ha realizzato un’ampia serie di fotografie nella Regione della Ruhr in Germania tra il 1927 e il 1935.

La daysperience n°318 di oggi?

Tra rurale e industriale.

La mostra presentata alla Sala degli Incamminati della Pinacoteca Nazionale di Bologna per Fotoindustria è una parte del lavoro di questo brillante fotografo tedesco di inizio secolo.

Albert Renger-Patzsch è uno dei più importanti esponenti della corrente artistica della Nuova Oggettività, nata in Germania in parlallelo al Bahaus. La corrente si propone di rappresentare la realtà con gelido distacco e soggettività cercando di utilizzare l’arte come denuncia di fronte alla disillusione postbellica.

Il nazismo sopprimerà questa corrente artistica e molti esponenti emigreranno negli Stati Uniti. Gran parte dell’ opera di questo autore è stata distrutta da un bombardamento aereo in cui si sono persi oltre 18.000 dei suoi negativi.

E’ dunque un onore poter vedere le fotografie di questo brillante autore che in questa mostra ci presenta il paesaggio rurale della Ruhr in contrasto con lo sfondo industriale.

Il fotografo cerca infatti di cogliere quel passaggio da territorio rurale a industriale in un periodo storico molto particolare per questa regione.

La desolazione e l’abbrutimento urbano che si può avvertire negli squarci di paesaggio ripresi rievoca la desolata atmosfera del periodo postbellico e grazie all’opera di questo autore si è potuta rendere eterno il ricordo di una regione in continua trasformazione.

Questa serie di foto ci sono pervenute grazie al lavoro di Ann e Jurgen Wilde che hanno iniziato ad acquistare le fotografie sin dagli anni settanta per farle confluire in una mostra e in un libro fotografico.

Bologna 2019-11-14

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *