Menu

Pritzker

E’ il premio assegnato ogni anno all’architetto vivente che si è distinto a livello mondiale per talento, visione e impegno. Renzo Piano, Zaha Hadid, Frank Gehry sono solo alcuni dei nomi dei maestri che hanno vinto questo premio.

Durante i miei studi di Architettura un insegnante mi consiglio di ridisegnare le architettura per conoscerle e siccome sono anni che lavoro in altri settori, ho voluto rispolverare questo esercizio e ridignerare opere degli ultimi sette vincitori del premio Pritzker.

La daysperience n°340 di oggi?

7 Maestri

Sono partito dall’ultimo premio assegnato nel 2020 a Shelley McNamara e Yvonne Farrell fondatrici dello studio Grafton Architects.

Uno dei progetti più importanti di questo studio irlandese è il nuovo  edificio dell’Università Bocconi in via Roentgen a Milano.

Andando a ritroso il premio è stato vinto nel 2019 da uno degli architetti più importanti del secolo Arata Isozaki. Una delle sue opere più riconoscibili è il Qatar National Convention Center.

Nel 2018 il premio veniva assegnato Balkrishna Vithaldas Doshi e questa è la sua casa-studio.

Nel 2017 era il gruppo spagnolo costituito da Rafael Aranda, Carme Pigem e Ramon Vilalta ad aggiudicarsi il premio. Questo è il mio schizzo della loro bell-lloc winery.

Nel 2016 il Pritzker è del cileno Alejandro Aravena. Qui schematizzato il suo Centro de Innovación UC.

Nel 2015 a vincere è Frei Otto ed ho quindi riprodotto una delle sue tensostrutture più famose e rivoluzionarie, Il Padiglione Federale Tedesco all’Expo Mondiale di Montreal

Settimo disegno e settimo premio, nel 2014 a vincere è Shigeru Ban e l’opera che ho voluto proporre è la Curtain Wall House a Tokyo.

Non serve essere grandi artisti o architetti questo è un buon metodo per studiare, disegnando creiamo degli ancoraggi tra l’immagine che produciamo e l’informazione.

Buon disegno e buono studio.

Bologna 2019-12-06

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *