Menu

Psychokinesis

E’ un modo insolito per chiamare la telecinesi ed è il titolo del film sudcoreano di Yeon Sang-ho.

La daysperience n°385 di oggi?

Il superpotere di un padre.

Roo-mi, interpretata da Shim Eun-kyung, ha un famoso locale dove vende il suo speciale pollo fritto. A causa della speculazione edilizia il suo locale come altri del quartiere sono stati espropiati a basso costo per costruire un imponente centro commerciale.

Roo-mi si oppone alla situazione insieme alla madre che viene uccisa dagli operai della ditta incaricati allo sgombero degli occupanti e all’abbattimento degli edifici.

Al funerale della madre Roo-mi conosce il suo vero padre, Shin Seok-heon (Ryu Seungryong). L’uomo era sparito quando la ragazza era una bambina a causa dei debiti accumulati. Il signor Shin vive una vita mediocre e fatta di stenti dovuti anche al suo attitudine a fuggire le responsabilità.

Pochi giorni prima del funerale l’uomo ha bevuto un’acqua contaminata e da lì ha iniziato a sviluppare un potere straordinario. Il potere gli consentirà di recuperare il rapporto con la figlia ma non di evitare l’inevitabile.

Il regista famosissimo in patria per Train to Busan mescola i generi, il supereroe venuto dal nulla, la tematica della speculazioni edilizie da parte della “mafia” locale, il disaster-movie ma anche la commedia e il dramma socio-familiare.

Dopo Bong Joon-ho sembra ormai essere un classico coreano il genere misto che ti fa ridere mentre ti commuove, ti entusiasma mentre ti fa riflettere.

Un buona commedia con il tentativo di mettere in luce un problema sociale come la cementificazione che trasforma porzioni di città dal sapore locale in nuovi centri della megalopoli dal carattere globale.

Bologna 2020-01-20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *