Menu

Quaderno d’artista

Quando ho visitato la mostra di Goran Trbuljak a Villa delle Rose mi è rimasto impresso il lavoro di questo artista e in particolare i suoi quaderni. In 50 anni di lavoro ha disegnato in centinaia di quaderni, esercizi giornalieri. La ripetizione ossessiva di linee in cui cambiano solo gli spessori o i colori da un quaderno all’altro. Oppure puntini, cerchi o la riproduzione della copertina e ancora agendine fatte a mano con pezzi di carta. Un esercizio d’arte, per sviluppare nuove idee probabilmente. La ripetizione ossessiva di un soggetto o di un motivo è ricorrente negli artisti. La ripetizione porta alla perfezione, anche se la perfezione non esiste è un obiettivo che uno studioso o un artista perseguono nel loro lavoro.

La daysperience n°84 di oggi?

Il mio primo quaderno d’artista.

Sulle orme di Goran Trbuljak ho provato anche io a riempire un quaderno di linee usando due colori. Per capire cosa si può provare e cercare la bellezza nella semplicità del tratto. Io ho tracciato prima le linee rosa e poi quelle viola.

Potete decidere di fare puntini invece di linee, potreste utilizzare evidenziatori o penne o matite. Insomma libero spazio alla creatività. Se vi stancate dopo un po potete fermarvi e riprendere il lavoro in un altro momento. Lo scopo delle daysperience è quello di conoscere cose nuove, di rompere la routine del quotidiano per ampliare la nostra visione o semplicemente possono essere strumenti per interrompere dei moduli negativi che stiamo perpetuando. Io ho utilizzato un vecchio quaderno a cui mancavano delle pagine, potrebbe essere interessante riprendere dei vecchi quaderni di scuola se ne avete ancora e magari completarli in questo modo. Tutti abbiamo avuto qualche quaderno che a fine anno rimaneva con le pagine vuote. Specialmente quelli delle elementari che poi cambiavano rigo. Anche l’artista ha utilizzato quaderni con righi diversi negli anni, probabilmente anche per verificare l’effetto del suo lavoro su supporti diversi. Quindi cercate un quaderno o una vecchia agenda e riempitela con la vostra creatività.

Bologna 2019-03-25

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *