Menu

Questione di aerodinamica

Non sono mai stato un appassionato di motori che siano esse auto o moto o altri mezzi non posso proprio dire che sono un fan del genere anzi preferisco spesso spostarmi a piedi o con i mezzi pubblici e solo di recente ho scoperto la bici grazie a una daysperience.

La daysperience n°222 di oggi.

Il Museo Ducati.

Bologna oltre a possedere una grande storia antica ha anche una grande storia industriale e produttiva come ho potuto apprendere quando ho visitato il Museo del Patrimonio Industriale.

Tra le aziende più fiorenti del luogo vi è quella dei motori, basta citare Lamborghini per essere subito proiettati nel campo delle automobili di lusso apprezzate in tutto il mondo per non parlare della vicinissima Ferrari. Ma Bologna è anche la città delle moto. Prima fra tutte fu la G.D. a produrre moto per poi passare dopo il primo conflitto mondiale alla fabbricazione di altri macchinari.

L’azienda che sicuramente ha avuto più successo a livello nazionale e internazionale è la Ducati, nel quartiere di Borgo Panigale.

Nel 1926 nasce la Società Scientifica Brevetti Ducati che avvia la produzione di apparecchi radiofonici sull’onda del successo del premio Nobel Guglielmo Marconi acclamato in tutto il Mondo per la scoperta della radiotelegrafia.

Con la guerra, il centro produttivo Ducati, che in 10 anni è stato in grado di dare lavoro a migliaia di persone, viene colpito dai bombardamenti. I Ducati non si fermano, ricostruiscono e guardano verso nuovi orizzonti, il campo motoristico, il nuovo obiettivo in cui eccellere.

Nel ’46 viene prodotto il primo motore, il cucciolo, un motore per biciclette che riesce in poco tempo a fare il giro del Mondo.

Il percorso espositivo del Museo Ducati, presso la sede dello stabilimento di Borgo Panigale ripercorre le tappe e i modelli che hanno fatto la storia di questo marchio, destinato a diventare sempre di più uno status più che un mezzo.

Essere un ducatista, come si chiamano gli appassionati e proprietari di una moto Ducati si declina in differenti modi: libertà espressiva on the road. Avventura, divertimento e ricerca della qualità nello stile di vita come sulle due ruote.

Ducati è anche sport, con innumerevoli premi vinti nei diversi circuiti in giro per il mondo ed è anche ricerca.

Un settore del museo spiega gli studi di aerodinamica che si stanno svolgendo per rendere le moto da gara sempre più performanti e competitive.

In passato si pensava che l’aerodinamica avesse poco a che fare con la moto per la geometria che veicolo e conducente creano su strada. Oggi, attraverso il progresso tecnologico e i modelli matematici sempre più complessi si riesce ad interagire con il design affinchè nulla sia lasciato al caso.

La Ducati non si ferma ed è il simbolo delle aziende che funzionano, che guardano sempre al futuro, che hanno sempre voglia di crescere e migliore.

Bologna 2019-08-10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *