Menu

Riconoscimento

Se comprate un cellulare di ultima generazione vi capiterà di dover fare un riconoscimento facciale . Il cosiddetto Face ID. Questa settimana mi è capitato di doverlo fare ben due volte e oggi addirittura con un operatore all’estero.

La daysperience n°66 di oggi?

Riconoscimento Facciale.

Il primo che ho fatto questa settimana era per un nuovo i-phone aziendale che ci hanno dato il secondo perchè ho dovuto rinnovare una card prepagata in scadenza. Questo secondo è stato particolare direi, ho dovuto fare una sorta di videochiamata e farmi riconoscere da un’operatrice in Romania che parlava bene italiano. La procedura è stata molto semplice in pratica ti scattano una foto e devono fotografare i tuoi documenti a distanza. Di certo tutte queste procedure facilitano tante operazioni che in passato si dovevano fare tramite uffici e lunghe code. La tecnologia ci sta aiutando in questo senso però mi sono sorti dei dubbi in merito. Inanzitutto la questione della privacy, in pratica siamo tutti iperschedati ovunque, questo sicuramente dovrebbe aumentare il livello di sicurezza ma quanto ci vorrà per superare i livelli di sicurezza e utilizzare questa tecnologia contro di noi? La Apple l’ha lanciata con i cellulari di ultima generazione e sembra che già in molti la stiano utilizzando anche in altri ambiti, vedi appunto il riconoscimento facciale che ho dovuto fare io per una semplice prepagata. Comunque i dubbi che sono sorti a me sono anche di altri e questo articolo Wired lo trovo molto esaustivo in merito (Apple, il lato oscuro di Face ID). Ok anche questa è stata un’esperienza anche se non ho scelto di farla. Mi sono sorti anche altri dubbi, magari più banali di quelli sul rubare l’identità e cose simili che purtroppo avvengono. Se il riconoscimento facciale sostituirà qualunque cosa come le carte di credito o le carte di identità codici vari etc. ma per qualche motivo il volto di una persona cambia con il semplice avanzare del tempo o per i più svariati motivi come la chirurgia plastica,come si farà? Io sto provando già da un po’ questa tecnologia e devo dire che non sempre funziona, forse è ancora presto e si svilupperà ulteriormente però non credo ci si possa basare unicamnete su quella e di certo non a breve termine. Sta di fatto che la tecnologia avanza a dei livelli spaventosi e dalla scansione retinica al face ID che vedevamo solo nei film di fantascienza ormai stanno entrando nella nostra quotidianeità, magari ci aiuteranno a non avere mille card o mille codici da ricordare ma quanto saremo sicuri?

Bologna 2019-03-07

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *