Menu

San Donato in Polverosa

Uscivo da un ristorante con un amico a Firenze e mi ritrovo in questa piazza con una porta particolare , un taglio moderno con una panchina che è una lunga lastra di ferro in uno spazio in pietra bianca.

La daysperience n°166 di oggi?

Visita alla Chiesa di San Donato in Polverosa.

E’ la chiesa che ho visto oggi. Come scrivevo mi ha colpito subito l’intervento sull’esterno. Pulito, asciutto ma di effetto. E’ l’architettura contemporanea che mi piace. La facciata in realtà anche se il risultato di un intervento di restauro ancora in completamento appartiene a una chiesa molto antica di origine romanica.

La chiesa era annessa al monastero dei Benedettini , detti “polverosi” per il colore delle loro vesti. Fu poi sede degli Umiliati e poi delle monache di Santa Maria Maddalena della convertite.

Il monastero divenne poi la villa dei Demidov, famiglia nobile di origine russa. La Chiesa è stata riaperta solo negli anni ’60.

Dopo l’opera di restauro sono stati riportati alla luce gli antichi affreschi, davvero belli. Anche questa chiesa è molto suggestiva e credo che l’intervento moderno è stato non solo rispettoso dell’antichità ma ha saputo donare ancora più valore al sito stesso.

Bologna 2019-06-15

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *