Menu

Scrivere un libro

Tempo fa leggevo che una persona su cinque nel mondo vorrebbe scrivere un libro e circa l’86% degli italiani ha tra i propri desideri quello di farlo.

Spesso ci capita di dire “potrei scrivere un libro su questa storia” oppure “ci si potrebbero scrivere un libro sulla mia vita” eppure solo una piccolissima percentuale di queste persone riesce a farlo.

Se non si è uno scrittore professionista sicuramente possono sorgere molti dubbi su come affrontare la stesura di un romanzo.

Quella di oggi è una daysperience speciale perché è un piccolo traguardo. Quando ho iniziato quasi due anni fa non immaginavo sarei arrivato a scrivere il 500° post ma sono molto fiero di esserci riuscito.

La daysperience n°500 di oggi?

Come scrivere un libro.

La mia storia è già nella mia testa come magari molti di voi avranno la loro ma voglio affrontare l’inizio di questa avventura con metodo.

Per avere quindi degli imput ho iniziato a cercare su internet. Ho trovato molto interessanti i video del canale Youtube Libroza. Su questo canale l’autrice ci parla di utili suggerimenti su come scrivere, pubblicare e promuovere la propria opera letteraria.

Quali sono le domande da porsi prima di inizare a scrivere?

1_Qual’è il motivo per cui scrivi?

La risposta bisogna cercarla dentro noi stessi e non è necessario rivelarla a nessuno ma deve esserci. E’ il famoso Partire dal perché su cui Simon Sinek ha costruito la sua carriera.

2_Cosa vuoi dire? Qual’è il messaggio della tua opera? Riesci a esprimerlo in poche parole chiare, attraverso un concetto semplice.

3_ A chi ti rivolgi? Chi è il tuo lettore tipo, quanti anni ha, che lavoro fa etc.

Queste tre domande le trovo utilissime non solo per la stesura di un racconto ma per qualsiasi nuova attività che vogliamo intraprendere e che sia rivolta a un pubblico.

Vuoi aprire un blog, un canale Youtube, un negozio di abbigliamento, una qualsiasi azienda? Queste sono le domande a cui dovresti rispondere prima di iniziare qualsiasi cosa.

Jefferey Deaver è uno scrittore di best seller molto prolifico soprattutto di gialli. Un suo consiglio può essere molto utile per tutti gli scrittori non solo quelli di romanzi gialli.

“Non puoi conoscere la prima frase del libro se non conosci anche l’ultima” Joyce Carol Oates

La storia non si scrive via facendo devi già conoscerla altrimenti rischi di arrivare ad un punto di stallo e di arrampicamento sugli specchi e il lettore se ne accorgerà.

Ho deciso quindi di inizare così questa esperienza. iniziare con lo studio delle fonti, con il rispondere alle domande che anche il lettore può porsi sulla storia che voglio raccontare.

Dopo questo lavoro iniziale per poter scrivere un libro bisogna inanzitutto scrivere, con impegno e soprattutto con costanza. In molti sono d’accordo che per scrivere bene e tanto bisogna farlo quotidianamente. Come si dice? L’appetito vien mangiando.

Più scriviamo più la nostra storia diventerà corposa, interessante e leggibile.

Ora non ci resta che prendere carta e penna, o tastiera e pc o macchina da scrivere, insomma tutto ciò che ci ispira e iniziare a scrivere.

Buona scrittura.

Napoli 2020-05-14

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *