Menu

Soldi sporchi

Grazie a questo blog e all’esperimento delle daysperience sto scoprendo anche il mondo del fumetto. Oggi ho deciso di leggere un grande classico e ho comprato un volume in un negozietto vicino casa che vende svariati fumetti usati, dvd e libri.

La daysperience n°243 di oggi?

Diabolik

E’ uno dei fumetti italiani più famosi e più longevi. Creato ne ’62 dalle sorelle Giussani non è solo un grande esempio di imprenditoria femminile italiana ma anche un esempio di coraggio di queste due geniali sorelle che hanno affrontato non poche difficoltà, visto il periodo, per iniziare questa impresa.

La biografia di queste due anticonformiste e ribelli sorelle è raccolta nel volume “Le regine del terrore” di Davide Barzi. Un modo per conoscere le menti dietro questo affascinante fumetto.

In uno degli episodi del ’68, “Diabolik, chi sei?” ,si conosce in parte la storia di Diabolik. Il misterioso ladro, mosso da alti principi personali ma non avverso a uccidere per il suo tornaconto, era ancora in fasce quando viene ritrovato su una scialuppa il cui equipaggio è stato ucciso. Accolto dagli abitanti di un’isola viene allevato da un geniale criminale da cui apprende tutte le tecniche e grazie alla sua intelligenza riesce addirittura a sostituirlo e tornare sulla terraferma dove inizierà la sua storia.

L’episodio che ho comprato e letto è del 2004 e si intitola “Soldi Sporchi”. Il protagonista principale è l’investigatore Ginko che si troverà al centro di un complotto per il riciclaggio di denaro da parte della polizia. Ne uscirà grazie a Diabolik che con l’ausilio dell’altro personaggio storico della serie, Eva Kant riuscirà non solo a salvare il commissario ma a impadronirsi anche di una grossa quantità di diamanti.

Come è successo per Dylan Dog, intuisco, leggendo questi fumetti, da dove proviene il loro fascino e il fatto che collezionisti e appassionati li amino tanto. La lettura è facile e scorrevole e le storie sono accattivanti. E’ un modo per trascorrere una mezzoretta spensierata ed immeggersi in storie noir ansiosi di scoprire la soluzione del giallo.

Buona lettura.

Bologna 2019-08-31

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *