Menu

Valespo

Oggi ero a fare un giro in un centro commerciale. E’ un giorno di festa per l’Italia, è l’anniversario delle Liberazione. In questo centro commerciale del sud mi sono ritrovato in mezzo a un’ orda di ragazzine urlanti. C’era la firma del libro di due influencer. Valerio Mazzei e Sespo. Non li conoscevo e ho deciso di capire attraverso questa daysperience chi sono.

La daysperience n°115 di oggi?

Youtubers di nuova generazione.

Tra la folla ho visto questi due ragazzi firmare autografi e fare selfie con le loro numerosissime fan. La media delle fan era intorno ai 10-12 anni e pensavo che anche loro fossero coetanei ma ho scoperto che ne hanno qualcuno in più. Certo per generazioni come la mia è difficile capire il fenomeno. Quando noi eravamo bambini non c’era la diffusione di internet ne tantomeno, youtubers, influencers o altro e i miti erano cantanti attori o sportivi. Oggi la scena è diversa e sempre di più anche le generazioni più adulte si confrontano attraverso i social e magari trovano anche loro degli influencer di riferimento. Ho deciso quindi di approfondire e ho visto un video di questi due ragazzi in cui simulano un’intervista doppia in stile “iene”. Sto cercando di capire le motivazioni del successo di queste persone, senza alcuna vena polemica, anzi, come spesso accade per le cose che faccio, cerco di capire ciò che non conosco. Nonostante la differenza di età tra me e loro, alcune parti mi hanno fatto sorridere, sono simpatici. Dichiarano di non leggere eppure hanno appena scritto un libro che sta andando più che bene. Benvenuti nel nuovo mondo, chi riesce ad avere visualizzazioni, riesce a vendere i propri prodotti, this is the rule, il resto conta poco. Per poter avere un’idea ampia su questi ragazzi dovrei guardare tanti video e capire anche la loro storia ma, probabilmente, sono davvero troppo giovani come approccio per me. Io, per il momento, rimango con i miei “antichi” influencer, anche se spesso guardo video di ragazzi molto giovani su Youtube che parlano di argomenti interessanti, quindi sono aperto a conoscere e magari “affezionarmi” a nuove idee. Un’incursione nel mondo degli adolescenti ogni tanto ti fa pensare meno alle rughe e ai primi capelli bianchi, per usare termini “tecnici” , qualche volta noi Millennials dobbiamo confrontarci e cercare di capire la Generazione Z con cui lavoreremo per il futuro e nel futuro.

Buon Anniversario delle Liberazione.

Napoli 2019-04-25

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *