Menu

Wolfango

Nella bellissima cornice della Chiesa di Santa Maria della Vita, oggetto di altre daysperience, una mostra che sarà visibile ancora per qualche giorno.

La daysperience n°375 di oggi?

Il Presepio di Wolfango.

La figlia di questo originalissimo artista propone un compendio di opere del padre. Lo scultore iniziò a plasmare statuine per il presepe negli anni sessanta, l’obiettivo era quello di divertire i figli.

La produzione, negli anni, è diventata davvero vasta con circa 200 personaggi. I personaggi sono quelli tipici della religione ma anche personaggi particolari che vivono le leggende popolari o i personaggi dell’attualità, dalla politica allo spettacolo.

Girare tra le statuine di Wolfango è un viaggio tra sacro e profano attraverso la particolarissima visione di questo maestro.

Al piano superiore della Chiesa è possibile vedere la raccolta di schizzi e disegni preparatori dell’artista. Dimostrazione dello studio e della passione dietro l’opera di Wolfango.

L’artista si colloca quindi a pieno titolo tra i massimi esponenti non solo della scultura bolognese ma anche di quella tradizione tra presepi e burattini che tanto permea la cultura del capoluogo emiliano.

Bologna 2020-01-10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *